.
Annunci online

alessandrovilla
- Il Mondo Visto Coi Miei Occhi -

3 giugno 2010
RICORDI CHE NON SVANISCONO MAI... (il sequel)
Ciao ragazzi!

È INCREDIBILE MA VERO: INASPETTATAMENTE, ECCO IL 3° ATTO DI UNA STORIA BELLISSIMA CHE, PERÒ, SEMBRAVA DESTINATA A RESTARE SEMPRE E SOLO UN BEL RICORDO...!
Ricapitolare tutto dall'inizio, mi risulta troppo lungo quindi vi rimando a leggere le 2 precedenti "puntate" a questi link:

PARTE PRIMA: -> http://alexkyle.splinder.com/post/18953393
PARTE SECONDA -> http://www.facebook.com/note.php?note_id=40363155945

Per farla breve, da circa una ventina di anni, sono alla DISPERATA ricerca di una persona che, nel bene e nel male di un "poco felice" passato che mi ha tenuto lontano dalla mia realtà sociale, "grazie" al centro "LA NOSTRA FAMIGLIA" di Bosisio Parini, durante uno stage residenziale estivo, ho avuto occasione di "portare a casa" il bel ricordo di un educatore che faceva parte dell'equipe della sezione di Vicenza del medesimo Istituto Scientifico: un ricordo che si è protratto nel tempo, nella mente e nel mio cuore non solo grazie alla SPLENDIDA canzone intitolata "Mani" (ascoltala a questo link: http://www.alexkyle.it/speciale/Mani.mp3), scritta e magistralmente interpretata dal Padre Laico Comboniano dell'Ordine di Verona, Fabrizio Colombo (Vedi ulteriori info a questo link: http://www.facebook.com/note.php?note_id=41516260945) e che, per uno strano caso del destino, un paio di anni fa circa, ha fatto ufficialmente e nuovamente "capolino" nella vita pubblica di tutti colore che sono abbonati al "gazzettino istituzionale", periodico diffuso dagli uffici stampa dell'istituto "LA NOSTRA FAMIGLIA", a, grazie ad un articolo pubblicato sul n°3 dello stesso (Per chi volesse vederlo, è caricato sui miei server's e lo potete, dunque, trovare a questo link: http://www.alexkyle.it/Articolo_volontariato_lnf2008.pdf).
Da questo articolo (recuperato GRAZIE alla mia super-cugina, Roberta Bosisio: già figura nota a tutti i miei utenti come colei che, nel 2001, mi propose, tramite l'agenzia CTS di Como - sede del suo attuale posto di lavoro - quel famoso viaggio in Grecia che, però, fa parte di un altro discorso...!), di è scatenata dentro di me una voglia matta di tornare ASSOLUTAMENTE sulle tracce di questa persona, senza, però, avere mai nessuna pista battibile per ritrovarlo o per dar alimento alle mie speranze (che, però, non hanno mai smesso di vivere)!
Casualmente, qualche ora fa, sfogliando i commenti postati sul mio blog, in coda all'articolo (che potete leggere a questo link: http://alexkyle.splinder.com/post/18953393) ecco che, inaspettatamente (e per mia grande GIOIA e sorpresa), ecco che mi trovo il seguente messaggio.....

"Ciao, Alessandro, sono Simona (amica di Mariangela la tua educatrice di quel periodo a Caorle) ma forse non ti ricordi di me... anch'io ero a Caorle quell'anno come animatrice dei giovani del gruppo de "la nostra famiglia" di Vicenza ( sia ragazzi che volontari ed educatori) e autrice della foto che, con sorpresa ho trovato in internet nella ricerca di immagini sul volontariato: non puoi immaginare quale gioia e stupore nel ritrovarVI..... il volontario che stai "coccolando" si chiama SIMONE ed è commovente leggere la tua testimonianza - quanti ricordi e che fantastici momenti quell'estate! Purtroppo anch'io ho perso le tracce di Simone chissà se anche lui avrà modo di leggerti e di risponderti....
Ti auguro tutto il bene che desideri e "in bocca al lupo" per quanto stai realizzando nella tua vita.....
un caro saluto. Simona."

Ed ora, eccomi quì a condividere con voi, con una grande emozione nel cuore a condividere questo risvolto che, a questo punto, parla al mio cuore dicendomi solo di non smettere mai di crederci perchè, se tanto mi ha dato tanto, io non posso arrendermi proprio ora, gettando la spugna della speranza, quindi: se qualcuno di voi avesse ulteriori indizi per ottimizzare e velocizzare le mie ricerche, è pregato di contattarmi (anche via mail all'indirizzo: alessandrovilla.1982@alexkyle.it) al più presto possibile!

Grazie!

Ciao!
*Ale*

 

alessandrew82's photo from 11/5/08



MANI
(Fabrizio Colombo)

Vorrei che le parole mutassero in preghiera
e rivederti, o Padre, che dipingevi il cielo.

Sapessi quante volte,
guardando questo mondo,
vorrei che tu tornassi a ritoccarne il cuore.

Vorrei che le mie mani avessero la forza
per sostenere chi non può camminare.

Vorrei che questo cuore
che esplode in sentimenti
diventasse culla per chi non ha più madre.

Mani, prendi queste mie mani,
fanne vita, fanne amore,
braccia aperte per ricevere chi è solo.

Cuore, prendi questo mio cuore,
fa’ che si spalanchi al mondo,
germogliando per quegli occhi
che non sanno piangere più.

Sei tu lo spazio che desidero da sempre,
so che mi stringerai e mi terrai la mano.

Fa’ che le mie strade si perdano nel buio
e io cammini dove cammineresti tu.

Tu soffio della vita prendi la mia giovinezza
con le contraddizioni e le falsità, strumento
fa’ che sia per annunciare il regno
a chi per questa via tu chiami beati.

Mani, prendi queste mie mani...

Noi giovani di un mondo che cancella
i sentimenti e inscatola le forze
nell’asfalto di città, siamo stanchi di guardare
siamo stanchi di gridare, ci hai chiamati
siamo tuoi, cammineremo insieme.

Mani, prendi queste nostre mani,
fanne vita, fanne amore,
braccia aperte per ricevere chi è solo.

Cuore, prendi questi nostri cuori,
fa’ che siano testimoni,
che tu chiami ogni uomo
a far festa con Dio.

SOCIETA'
5 novembre 2008
Ricordi che non svaniscono mai...

Ricordi che non svaniscono mai...

alessandrew82's photo from 11/5/08

Ciao Amici.
Oggi voglio condividere con voi questa fotografia un pò datata nella quale compaio assieme ad un volontario che, tanti anni fa, ha condiviso con me e tanti altri ragazzi una bella esperienza estiva presso la sede di CAORLE (Ve) de "LA NOSTRA FAMIGLIA": istituto nel quale ho vissuto i miei anni scolastici dal 1986 al 2000.
In 14 anni ne sono capitate di cose (belle e brutte) e, tra quelle che ricordo con particolare affetto, c'è, appunto, l'esperienza che ho vissuto quell'anno nel quale ho conosciuto questo ragazzo di vicenza: solo che, essendo passati tanti anni da allora, purtroppo - anke se, probabilmente, farò la figura del pirla smemorato - non mi ricordo il nome di questa persona (che mi auguro possa capire la situazione e perdonarmi nel caso legga questa pagina), però mi ricordo che la sintonia e la sinergia che ci univa era qualcosa di davvero bello; sebbene io ero in quella suddetta sede col gruppo di Bosisio Parini (Lc), mi piaceva passare gran parte del mio tempo con questo tipo di Vicenza e, tra piscina, chitarra e tante altre situazioni speciali, non posso certo dire di non aver compreso quanto, quando qualcuno è predisposto verso il prossimo, sia stato "tanto" ciò che abbiamo condiviso con quel poco che, entrambi, avevamo a disposizione da donare all'altro.
Con altrettanto affetto che, l'ultimo giorno della nostra permanenza a CAORLE, ci siamo scritti l'uno per l'altro una lettera nella quale avevamo l'obiettivo di portare con noi il reciproco ricordo e la cosa bella fu proprio l'accorgermi che, oltre alla citata, una volta rientrato a Molteno (a casa mia), aprendo la mia valigia, mi fece rimanere molto commosso il fatto che ne trovai una seconda ancora più lunga, intensa e significativa; una lettera che, probabilmente, voleva farmi capire che avevo trasmesso veramente qualcosa di positivo a questo volontario.
La lettera, ora, purtroppo non la ho più perchè, col tempo, credo sia andata persa ma, di sicuro, il ricordo di quell'esperienza e di quella persona così tanto disponibile lo custodisco ancora nel cuore e chissà che, anche per lui, non sia la stessa cosa?
Mah: chi può dirlo??
La foto che vedete ha partecipato ad un concorso nel quale hanno partecipato tanti scatti raffiguranti i volontari e mi fa piacere che, dopo più di 12 anni, ora sia di nuovo in circolazione dato che è stata pubblicata sul numero 3 del Notiziario de "LA NOSTRA FAMIGLIA" (periodo Luglio/Settembre) di quest'anno e l'articolo lo potete leggere, sui miei server's, a questo link:

http://www.alexkyle.it/Articolo_volontariato_lnf2008.pdf

Ciao a tutti!

*Ale*

Ps: posto il testo di MANI: la canzone che meglio rappresenta quel momento, rendendo ancora più vivo il ricordo di questo ragazzo/volontario !

 

MANI
-----

Vorrei che le parole mutassero in preghiera
e rivederti, o Padre, che dipingevi il cielo.

Sapessi quante volte,
guardando questo mondo,
vorrei che tu tornassi a ritoccarne il cuore.

Vorrei che le mie mani avessero la forza
per sostenere chi non può camminare.

Vorrei che questo cuore
che esplode in sentimenti
diventasse culla per chi non ha più madre.

Mani, prendi queste mie mani,
fanne vita, fanne amore,
braccia aperte per ricevere chi è solo.

Cuore, prendi questo mio cuore,
fa’ che si spalanchi il mondo,
germogliando per quegli occhi
che non sanno piangere più.

Sei tu lo spazio che desidero da sempre,
so che mi stringerai e mi terrai la mano.

Fa’ che le mie strade si perdano nel buio
e io cammini dove cammineresti tu.

Tu soffio della vita prendi la mia giovinezza
con le contraddizioni e le falsità, strumento
fa’ che sia per annunciare il regno
a chi per questa via tu chiami beati.

Mani, prendi queste mie mani...

Noi giovani di un mondo che cancella
i sentimenti e inscatola le forze
nell’asfalto di città, siamo stanchi di guardare
siamo stanchi di gridare, ci hai chiamati
siamo tuoi, cammineremo insieme.

Mani, prendi queste nostre mani,
fanne vita, fanne amore,
braccia aperte per ricevere chi è solo.

Cuore, prendi questi nostri cuori,
fa’ che siano testimoni,
che tu chiami ogni uomo
a far festa con Dio.

sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte